Istruzioni per l'uso

Il semiconvitto, con le sue attività, va inteso, per coloro che vi risultano iscritti, come estensione del tempo scuola, con regole ed orari a cui attenersi:

 

  • Assenze e giustificazioni 

La presenza a scuola comporta comunque il diritto/dovere di presenza in convitto, secondo gli orari previsti.

L’assenza dalle lezioni e/o dal convitto va giustificata sull’apposito libretto al rientro a scuola.

 

 

  • Orari d’entrata e d’uscita

L’entrata in convitto è ammessa dalle ore 7:30 per la colazione.

Gli alunni semiconvittori al termine delle lezioni e/o in caso di mancato svolgimento delle stesse devono rientrare in convitto. Al momento dell’uscita il tragitto scuola – convitto deve svolgersi, sotto la vigilanza degli educatori, entro un tempo consono alla percorrenza dello stesso, senza soste e deviazioni.

Ciascun semiconvittore dovrà indicare a inizio anno nell'apposito modulo (vedi mod. I075 del 31/10/17 “Scelta del semiconvittore se avvalersi o non avvalersi di alcuni servizi” ) le opzioni in merito alla propria permanenza in Convitto durante il servizio di colazione e nella mezz'ora successiva al pranzo, che non può iniziare prima delle 12:15 (per chi pranza al 1° turno) e delle 13:15 (per chi pranza al 2° turno) e deve terminare puntualmente allo scadere dei 30 minuti, con l’ingresso a scuola per le lezioni pomeridiane o in convitto.

L'attività educativa termina alle ore 17:00. Il Convitto chiude alle ore 17:15.

L'uscita anticipata giornaliera dal convitto in altri orari deve essere autorizzata preventivamente dal D.S. su richiesta della famiglia utilizzando l’apposito libretto delle giustificazioni. Il libretto va compilato e consegnato a scuola all’ingresso e, ottenuta l’autorizzazione del D.S., va esibito al personale educativo in mensa o comunque prima di lasciare il convitto.

Durante l'orario scolastico provvisorio per motivate esigenze l’autorizzazione all’uscita anticipata va richiesta al D.S. compilando, entro la prima settimana di scuola, l’apposito modello (I074 Autorizzazione uscite Convitto) consegnato dal personale educativo e ad esso restituito.

All'entrata in vigore dell'orario scolastico definitivo, lo stesso modulo potrà essere ripresentato da coloro che per motivate esigenze intendono usufruire dell'uscita anticipata dal convitto per l'intero anno scolastico. La permanenza in convitto è sempre consentita anche in presenza di tali permessi.

Se non si ritiene necessario compilare un nuovo modulo per l'orario scolastico definitivo vale l'ultima richiesta di permesso valido consegnata.

In attesa dell'accettazione e vidimazione del modulo relativo, la richiesta di uscita anticipata andrà comunque richiesta sul libretto delle giustificazioni. Tale modello dovrà essere compilato obbligatoriamente da quanti hanno necessità di uscire anticipatamente dal Convitto alle ore 16:45 per motivi di trasporto. Non saranno accettati permessi telefonici, e-mail e fax.

L’uscita con i propri genitori è sempre consentita, seguendo le stesse procedure dell’uscita anticipata dalle lezioni (il genitore si presenta al personale e firma il registro).

 

 

  • Momenti mensa

La colazione con bevande calde, per chi desidera, viene servita dalle ore 7.30 alle 7.55 e non oltre, per garantire la puntualità nell’ingresso a scuola. Tutti coloro che per motivi di trasporto non riescono a fare colazione in Convitto potranno ritirare la merendina a scuola durante l'intervallo.

Coloro che consumano la colazione o che comunque sostano nell’ambiente mensa in quest’orario sono tenuti all’osservanza di quanto loro indicato dal personale in attesa dell'accompagnamento a scuola senza soste e deviazioni.

Il pranzo viene servito su due turni seguendo l’orario delle lezioni per classi. A coloro che per documentate esigenze di trasporto non riescono a consumare il regolare pasto potrà essere fornito il pranzo al sacco se ne avranno fatta esplicita richiesta al momento dell’entrata a scuola all’educatore. Durante la pausa pranzo i semiconvittori che per giustificati motivi, non intendono consumare il pasto, devono comunque recarsi in sala mensa per far rilevare la propria presenza al personale educativo. La pausa pranzo deve essere un momento di serena convivialità, senza eccedere in schiamazzi, nel rispetto di tutti i commensali.

Comportamenti scorretti vengono sanzionati dagli educatori.

La merenda viene distribuita quotidianamente nel corso delle attività pomeridiane.

In occasione di gite, uscite scolastiche ai semiconvittori spetta a richiesta il pranzo al sacco (l’insegnante accompagnatore deve segnalare per tempo tali attività al personale educativo). I sacchetti col pranzo vanno ritirati prima della partenza presso la cucina del convitto.

 

 

  • Utilizzo sale ed attrezzature

Le sale destinate alle varie attività sono di norma chiuse, per accedervi è necessario ottenere l’autorizzazione da un educatore. Nel cortile asfaltato va prestata molta attenzione nell’utilizzo di palloni a causa delle numerose finestre che vi si affacciano.

Terminato il gioco il pallone va riconsegnato ad un educatore o riposto nell’apposito locale.

Non è in alcun modo consentito l’uso dei locali e delle attrezzature senza l’autorizzazione e la presenza di un educatore. Al riguardo ci si deve scrupolosamente attenere agli orari convittuali.

 

 

  • Attività convittuali

Nel corso della settimana si svolgono le varie attività ricreative programmate dal personale educativo in base alle adesioni dei semiconvittori. Verranno anche organizzate attività sportivo-ricreative in strutture presenti sul territorio comunale. A tale riguardo verrà richiesta, di volta in volta, l'autorizzazione alla famiglia.

Nei pomeriggi liberi da lezioni viene effettuato lo studio guidato, suddivisi per gruppi classe. La partecipazione allo studio è obbligatoria e l’impegno dei singoli semiconvittori viene registrato dagli educatori che ne riferiscono ai rispettivi Consigli di classe.

Alle famiglie dei semiconvittori delle classi prime e seconde verranno fornite durante l'anno, da parte del Personale Educativo schede di valutazione. 

Nel corso dell’anno scolastico potranno essere effettuati degli scambi con altri Convitti, vi potranno partecipare, preferibilmente coloro che, frequentando regolarmente le attività convittuali, avranno dimostrato un sufficiente impegno nello studio e un corretto comportamento.

 

  • Questioni disciplinari

Il personale educativo partecipa alle riunioni dei vari Consigli di classe frequentati dai semiconvittori e relaziona in merito al loro comportamento e al loro impegno nello studio.

Eventuali comportamenti scorretti vengono fatti oggetto di richiamo da parte del personale educativo e segnalati alle relative famiglie e/o al Dirigente Scolastico.

L’allontanamento non autorizzato dal convitto, viste le responsabilità che ne derivano per il personale, è considerato una grave mancanza che viene prontamente segnalata alla famiglia e al D.S..

La presenza in convitto di allievi esterni (non iscritti al semiconvitto) può essere autorizzata, per particolari necessità, solo dal D.S. .