Prime indicazioni


A partire da lunedì 26 ottobre, così come indicato nella c.i. del 23 ottobre 2020, alcune classi svolgeranno le lezioni attraverso la modalità della Didattica a Distanza.

Si precisa pertanto quanto segue:

  • i docenti seguiranno l’orario in vigore pubblicato sul sito dell’Istituto. In caso di docenti impegnati nel corso della giornata esclusivamente in modalità di DaD, essi potranno scegliere se svolgere tali attività da scuola o direttamente dalla propria abitazione. I docenti, invece, che sono impegnati anche in modalità in presenza, all’inizio dell’eventuale ora prevista in DaD, si recheranno nell’aula della classe, dove sarà messo a disposizione un PC portatile per poter assolvere a tale compito. Resta comunque a discrezione del docente la scelta se utilizzare il computer messo a disposizione oppure un dispositivo personale (con eventuale connessione personale in caso di mal funzionamento della rete);
  • i docenti che svolgeranno ore di DaD, sono tenuti a firmare le ore sul registro elettronico, indicando gli studenti non come “presenti a lezioni” ma come “presenti a distanza”. Purtroppo tale opzione, al momento, è disponibile esclusivamente dopo la firma dell’ora. Pertanto il docente deve firmare l’ora di lezione all’inizio della stessa (è possibile inserire l’argomento svolto anche in un secondo momento, alla fine della stessa) e subito dopo, per ogni studente cliccare sull’icona “PL” che indica la presenza dello studente e selezionare:
    • Presente a distanza: se lo studente è presente durante la video lezione
    • Assente: se lo studente non è presente alla lezione
  • i docenti sono invitati a tenere in considerazione che le lezioni effettuate in modalità di DaD, dovrebbero avere una durata di circa 45 minuti, sia per permettere all’insegnante di raggiungere la classe assegnata e poter dare inizio alla video chiamata, sia per salvaguardare in rapporto alle ore da passare al computer, la salute e il benessere sia degli insegnanti che delle studentesse e degli studenti, in tal caso equiparabili per analogia ai lavoratori in smartworking. Ovviamente se per la classe posta in DaD, l’ora di insegnamento prevedeva i 10 minuti di intervallo, questi vanno considerati all’interno dei 15 minuti di differenza con le lezioni in presenza;
  • gli studenti sono tenuti a partecipare alla video lezione con microfono e videocamera attiva, a meno di indicazioni differenti fornite dal docente.

 

Si ricorda che è vietato registrare le video lezioni, effettuare screenshot e divulgarli e altri comportamenti che possano ledere la privacy di ogni partecipante.

Infatti, un comportamento scorretto nel corso di una video lezione è equiparabile a tale comportamento in presenza; pertanto i docenti sono tenuti a segnalare eventuali episodi utilizzando tutti i canali messi a disposizione dal registro elettronico (Annotazione o Nota disciplinare) alla stregua di una lezione tradizionale.

 

ASSENZE e RITARDI STUDENTI in DaD

Gli studenti che dovessero risultare assenti a una o più ore di lezione, anche in modalità DaD sono tenuti a giustificare tali assenze attraverso l’applicativo “Libretto Web” come da consuetudine.

Se uno studente arriva in ritardo alla video lezione, il docente è tenuto a segnalarlo nella sezione “Annotazioni” presente nell’ Agenda della classe, indicando eventualmente il grado di gravità (ritardo lieve o grave), e ponendo la spunta sulla scelta “nota per la famiglia”.